Illuminazione e risparmio energetico: ecco il connubio perfetto

Uno degli impianti della casa sul quale possiamo intervenire trovando soluzioni utili di risparmio energetico è sicuramente quello dell’illuminazione. Ecco come predisporre l’illuminazione in ottica di risparmio energetico.

Il risparmio energetico è una filosofia di vita e nasce dalla consapevolezza che ciascuno di noi, anche con un piccolo apporto, che può consistere nella variazione di alcune abitudini, può contribuire notevolmente alla riduzione dei consumi.

Un dato molto importante è che adottando determinate accortezze, accompagnate dalla scelta di impianti utili e di elettrodomestici specifici, è possibile ottenere fino al 40% di risparmio di energia, numeri enormi se li rapportiamo alla popolazione mondiale.

Partiamo quindi dalle nostre case e, per esempio, dalla predisposizione di alcuni impianti come può essere quello di illuminazione.

Illuminazione a risparmio energetico

La prima misura che può venirci in mente pensando all’illuminazione a risparmio energetico è l’adozione di lampadine a basso consumo.

Esistono tre tipologie di lampade:

  • Lampade ad Incandescenza (tradizionali o alogene)
  • Lampade Fluorescenti (tubolari o compatte, a risparmio energetico)
  • Lampade a LED (Light Emitting Diode)

Nelle lampade ad incandescenza la luce è emessa da un filamento di metallo reso incandescente dal passaggio della corrente elettrica. L’efficienza luminosa è molto bassa hanno una durata media di 1000 ore. Costano molto poco ma consumano molto, per questo sono state abolite dalla Comunità Europea.

Le lampade ad incandescenza alogene hanno una maggiore efficienza luminosa ma consumano sempre di più rispetto alle lampade fluorescenti, per questo a quanto pare verranno tolte dal mercato entro il 2016.

Le lampade fluorescenti invece hanno una efficienza luminosa alta: quelle compatte sono a basso consumo energetico, hanno una accensione ritardate e raggiungono la massima intensità luminosa dopo qualche minuto.

Va sottolineato, però, che la scelta della lampada, anche in riferimento alle questioni del consumo energetico, va fatta in base all’ambiente e al tipo di illuminazione richiesta.

Consulenza illuminazione risparmio energetico

Se avete bisogno di consulenza sull’illuminazione a risparmio energetico rivolgetevi ai nostri professionisti: personale esperto che vi saprà consigliare il modo migliore per adottare dei sistemi di illuminazione che vi consentano di ridurre i consumi energetici.

La scelta della lampada da utilizzare deve essere fatta in base al tipo di ambiente da illuminare, all’attività che viene svolta in tale locale e al tempo medio di utilizzo giornaliero della lampada stessa. Dal momento che le lampadine ad incandescenza stanno gradualmente sparendo dalla vendita, non li considererò nella tabella riportata di seguito, in cui vengono indicate le condizioni di impiego consigliate a seconda del tipo di lampada: