Illuminazione mansarda

Per l’illuminazione della mansarda ci sono varie soluzioni molto utili non solo dal punto di vista funzionale ed estetico, ma pensate anche per il risparmio energetico. I nostri consulenti si occupano della progettazione del vostro impianto di illuminazione in base alle vostre esigenze e alle caratteristiche dell’ambiente da illuminare.

Progettare l’impianto di illuminazione non è così semplice. Esso infatti, oltre a rispondere a determinati requisiti tecnici strettamente legati alle problematiche di sicurezza, deve anche essere funzionale al suo scopo.

Le soluzioni di illuminazione per la mansarda, per esempio, devono considerare la destinazione d’uso dell’ambiente, ovvero le attività che si svolgeranno in quello spazio, senza trascurare aspetti molto importanti come può essere per esempio il risparmio energetico.

Risparmiare energia con soluzioni di illuminazione ad hoc

Il problema del risparmio energetico si ricollega chiaramente alla progettazione e alla gestione degli impianti di illuminazione.

Innanzitutto quando si progetta un impianto di questo tipo sappiamo che vanno considerati elementi che riguardano la conformazione dell’ambiente e come verrà usato.

Nel caso della mansarda si possono usare degli impianti a luce soffusa per alcune zone, destinate al relax, e delle fonti di luce più dirette per le zone adibite a studio.

Fondamentale la scelta delle lampadine, soprattutto per tutto ciò che riguarda il risparmio energetico. In commercio esistono delle lampadine che dal punto di vista delle prestazioni non hanno nulla da invidiare a quelle tradizionali, ma che possono rivelarsi assolutamente efficienti dal punto di vista dei consumi.

Per consulenza sulla progettazione e sulla realizzazione dell’impianto di illuminazione della mansarda, oppure per un consiglio sulla tipologia di lampadine o faretti da preferire, rivolgetevi ai nostri consulenti: professionisti che sapranno mediare le vostre esigenze con lo spirito di risparmio energetico e di funzionalità utili al giorno d’oggi.